I parabeni nei cosmetici: cosa sono e perché evitarli

I parabeni, da sempre utilizzati nella cosmesi, da qualche anno sono sul banco d’accusa per reazioni allergiche e come causa di alcune malattie. Ma cosa sono e, soprattutto, in quali prodotti possono essere impiegati e dove invece devono essere evitati?

Cosa sono i parabeni e dove si trovano

I parabeni sono battericidi e fungicidi, particolarmente potenti che per questo sono in grado di assicurare a molti prodotti una lunga conservazione.

Quando si parla di parabeni, ci si riferisce a specifici composti chimiciimpiegati in tutti quei prodotti che dopo la prima apertura vengono messi da parte per un periodo più o meno lungo, come detergenti, shampoo, creme, e hanno bisogno di essere conservati per mantenere la loro efficacia.

È stato solo negli ultimi anni che questi conservanti si sono trovati sul banco d’accusa come elementi dannosi per la salute. La ricerca è ancora aperta e non vogliamo diffondere dati non certi, ma quello che è sicuro è che sono molti i Paesi europei che hanno deciso di regolamentare la concentrazione di parabeni autorizzati soprattutto nei prodotti cosmetici. 

La soglia autorizzata è dello 0.4% per ciascun parabene e dello 0.8% per l’associazione di parabeni differenti.

Non tutti i parabeni fanno davvero male, o almeno gli studi effettuati ne hanno dimostrato sinora solo la tossicità di certi tipi: isopropilparabene, isobutilparabene, fenilparabene, benzilparabene e pentilparabene. Altri due tipi – propilparabene e Butilparabene – , sono consentiti ma in concentrazioni estremamente limitate, con percentuale dello 0,14%.

Perché scegliere prodotti senza parabeni

Come anticipato, la Comunità Europea disciplina l’impiego industriale dei parabeni. Nonostante ci siano delle soglie da non superare, il consiglio è sempre quello di evitare tutto ciò che contiene parabeni e preferire detergenti e cosmetici con la dicitura “parabene free”.

Questo perché i parabeni possono provocare una reazione allergica sui tessuti della pelle. Nella zona interessata da prodotti, i parabeni in esso contenuti, potrebbero provocare una reazione che potrebbe portare ad una dermatite da contattoche si manifesta con rossore e prurito, un fastidio talvolta invalidante per molte delle attività quotidiane.

È chiaro che la reazione non si verifica già dalla prima applicazione, ma può comparire se il prodotto contenente i parabeni viene utilizzato per un arco di tempo prolungato, poiché sono sostanze che l’organismo non riesce a smaltire e che si accumulano nel corpo tanto da andare a sensibilizzare la pelle.

L’alternativa ai parabeni

I prodotti Dermaplus sono stati studiati per dare benefici reali a persone con problematiche di pelle e cuoio capelluto sensibile, contribuendo a migliorare la vita di ogni giorno.

I prodotti Dermaplus sono stati sottoposti a test di compatibilità e sicurezza per garantirne l’uso in piena tranquillità. L’efficacia e la tollerabilità dei prodotti Dermaplus sono garantite da test di sicurezza.

Argomenti correlati