Dermatite allergica da contatto: cos’è e come curarla

Intolleranze e allergie sono patologie sempre più diffuse, che colpiscono un numero sempre maggiore di individui. 

Le allergie si manifestano principalmente come dermatiti da contatto classificate come DIC e DAC, due acronimi che significano:

  • DIC:Dermatite Irritativa da Contatto
  • DACDermatite Allergica da Contatto

Quali sono i sintomi comuni?

Le dermatiti da contatto, seppur indotte da meccanismidiversi, possono avere manifestazioni cutanee molto simili:la cute diventa pruriginosa e presenta eritema con piccole vescicole che spesso desquamano. Per una diagnosi precisa dunque molto spesso sono necessarie ulteriori indagini e test clinici.

Cos’ è la DAC– Dermatite Allergica da Contatto

La DAC, invece, colpisce i soggetti predisposti il cui sistema immunitario riconosce l’allergene e dà origine ad una risposta infiammatoria. 

Ciò significa che la persona diventa intollerante al contatto con una certa sostanza ovvero si sensibilizza perché il suo sistema immunitario riconosce quella sostanza come “nemica” e come tale la “combatte”.

La dermatite allergica da contatto prevede due fasi:

  1. FASE di INDUZIONE: in cui avviene il primo contatto con la sostanza allergizzante. Non porta a una manifestazione clinica visibile, ma determina un’attivazione del sistema immunitario con formazione di cellule “memoria”.
  2. FASE di SCATENAMENTO: in cui avviene il secondo contatto con la sostanza allergizzante che, richiamando l’attenzione delle cellule “memoria”, determina una vera e propria manifestazione allergica.

Gli allergeni responsabili della DAC si possono ritrovare nei prodotti più disparati: 

  • detersivi, anche nei minimi residui che permangono sugli abiti dopo il lavaggio
  • metalli: gioielli, bigiotteria, piercing, accessori del vestiario
  • prodotti in gomma naturale: guanti, profilattici, scarpe
  • alimenti
  • farmaci, soprattutto topici
  • prodotti ad uso igienico e cosmetico che, a causa della loro frequenza d’uso e delle modalità di contatto, rappresentano una via di sensibilizzazione importante.

Più di 2800 sostanze sono state individuate come causa di DAC ma la maggior parte è attribuibile a poche sostanze (apteni) presenti in cosmetici, farmaci ad uso topico, oggetti di metallo, articoli di gomma, abiti, etc. Il metodo diagnostico per individuare la causa di queste reazioni allergiche è il Patch Test.

Quali sono i sintomi della DAC?

Prurito, eritema, gonfiore, vescicole, desquamazione, ispessimento e ragadi nelle sedi di contatto con l’allergene che la provoca. A differenza della DIC, il sintomo si può estendere oltre la zona di iniziale contatto con la sostanza in causa. La dermatite/eczema si ripresenta ogni volta che si ritorna in contatto con la sostanza verso la quale si è sviluppata la sensibilizzazione (allergia) da contatto.

Come si cura la DAC?

  • Individuando e allontanando la causa scatenante (PATCH TEST); 
  • riducendo l’infiammazione, possibilmente senza l’uso dei cortisonici, 
  • utilizzando lenitivi che non contengono sostanze potenzialmenteallergizzanti; 
  • ricostruendo la barriera della pelle attraverso l’emollienza e la detersione senza profumi, metalli e altre sostanze allergizzanti.

In caso di DAC bisogna prediligere formulazioni specifiche, senza conservanti e senza profumi, create appositamente per rispettare l’equilibrio della cute evitando l’insorgenza di reazioni cutanee.

DERMAPLUS Detergente Corpo Quotidiano, grazie alla presenza di principi attivi funzionali di derivazione naturale come il Fior di latte con proprietà addolcenti ed emollienti e l’Argan con proprietà emollienti e nutrienti, svolge una delicata azione detergente ed è suggerito per chi ha bisogno ogni giorno di proteggere la pelle del corpo in ogni situazione (mare, piscina, palestra)

Argomenti correlati