Regole per una corretta igiene in sauna

Dopo un’ora di attività fisica o semplicemente per rilassarsi: la sauna è un aiuto al benessere psico-fisico a 360°.

I benefici terapeutici sono davvero tanti, e non si limitano soltanto alla purificazione della pelle e del cuoio capelluto. La sauna ha un potere lenitivo per i dolori reumatici, stimola il buon funzionamento del cuore, aumenta le nostre difese immunitarie, migliora la circolazione dell’aria nei bronchi e quindi aiuta contro le allergie.

Ma la sauna è anche un luogo pubblico dove condividiamo uno spazio intimo e ristretto con persone spesso sconosciute e che, per questi motivi, ha le sue regole. È fondamentale osservare delle accortezze per non arrecare disturbo al prossimo e per osservare le norme d’igiene basilari. 

Leggi anche: Terme e bellezza della pelle: pro e contro

Prima di entrare in sauna

Prima di entrare in sauna è opportuno farsi una doccia tiepida, per togliere dal corpo profumi, odori e l’affaticamento di una giornata di lavoro o di attività sportiva, ma soprattutto per preparare la pelle con i pori ben aperti a ricevere il calore e facilitare il rilassamento del corpo.

Sarebbe sempre meglio togliere anche occhiali e lenti a contatto, queste ultime potenzialmente dannose per l’occhio in regimi di alte temperature. È vietato introdurre qualsiasi tipo di indumento ma anche di oggetto, in quanto le alte temperature favorirebbero lo sprigionarsi nell’aria di sostanze tossiche, rese ancora più pericolose dall’ambiente chiuso della sauna.

 

In sauna: con il costume o senza? 

Potrà sembrare un paradosso, ma per questioni igieniche è consigliabile entrare in sauna nudi. Le fibre sintetiche dei nostri costumi, quando si suda, non fanno benissimo alla pelle e alle parti intime e possono essere causa di infezioni.

In Italia, in alcune saune è obbligatorio avere il costume. Per evitare questo tipo di problematiche, è sempre preferibile indossare fibre naturali, come il cotone.

Come non è igienico indossare il costume, è altrettanto vero che anche il corpo nudo a contatto con la seduta non è igienico e può aumentare il rischio di contrarre funghi e batteri. In questi casi, ci vengono sempre d’aiuto due asciugamani, rigorosamente di fibra naturale, uno usato come pareo per coprire le parti intime sia dentro che fuori la sauna, e l’altro per coprire le panche, per limitare i danni e per non lasciare tracce sudate.

 

Dopo la sauna

Dopo la sauna è importante riportare il corpo ad una temperatura più bassa con una doccia fredda, partendo dalle parti del corpo più lontane dal cuore, per cui arti inferiori, arti superiori, lato destro del corpo, lato sinistro e per ultima la testa, in modo da far reagire la circolazione sanguigna, riequilibrare l’organismo e ristabilire il regolare ritmo cardiaco.

Per reintegrare il corpo dalla perdita di liquidi e sali, si consiglia di bere tisane e acqua a temperatura ambiente. Da evitare bevande alcoliche per non perdere il beneficio salutare e rigenerante della sauna.

Una volta tornati nello spogliatoio? Valgono le stessa regole della palestra: usare buoni prodotti per la detersione è fondamentale. Leggete il nostro post Beauty per la palestra: gli indispensabili per la detersione post sport

Argomenti correlati