La pelle ti protegge. Difendila anche tu!

La pelle ti protegge. Difendila anche tu!

Lo sapevi che c’è un organo del tuo corpo che ti protegge ogni giorno dalle aggressioni esterne?
Si tratta dell’organo più grande del nostro organismo e che ci consente di svolgere le funzioni fondamentali per la nostra vita. Stiamo parlando della pelle!
Ecco perché dobbiamo averne cura e soprattutto dobbiamo difenderla dai suoi nemici.

Ogni giorno la pelle è attaccata da nemici come l’inquinamento atmosferico, i raggi UV, le sostanze chimiche irritanti, l’alcol e il tabacco. In questo articolo ci occuperemo di questi due ultimi nemici della pelle, spesso sottovalutati, specie dai più giovani.

Il fumo danneggia la pelle, in particolare quella del viso, causando la cosidetta “smoker’s face” che si ha quando il viso è caratterizzato da rughe, chiazze, colorito pallido e la pelle è poco elastica, secca e poco compatta.
Il fumo causa:

  • disidratazione e spegnimento del colorito della pelle, a causa della vasocostrizione determinata dalle tossine contenute nel fumo della sigaretta e a causa della minore ossigenazione indotta dal monossido di carbonio;
  • aumento dei radicali liberi, che accelerano i processi di degenerazione cutanea;
  • invecchiamento cutaneo e comparsa di rughe, in quanto il fumo aumenta la produzione di enzimi che distruggono il collagene.

Smettendo di fumare, si assiste a un miglioramento dello stato della pelle perché aumenta l’ossigeno a livello della pelle, viene trattenuta più acqua e diminuiscono i radicali liberi.

L’alcol, oltre a provocare una serie di problemi a carico dell’apparato gastro-intestinale, fegato, reni e cervello, provoca anche un peggioramento dello stato della pelle perché, aumentando la seborrea, aumentano tutte le condizioni collegate a essa come acne, capelli grassi e punti neri.
L’alcol, inoltre, induce alla disidratazione perché ha effetti diuretici che causano un minor tenore d’acqua a livello della pelle e una minore rigenerazione del collagene. Il risultato è una pelle meno turgida e caratterizzata da rughe precoci.
L’abuso di alcol è sconsigliato anche, e sopratutto, a chi è già soggetto a stati irritativi, eritemi, pelle con couperose o acneica, perché l’alcol non fa che peggiorare tali situazioni.
Concludiamo sottolineando che tutti i danni citati fanno riferimento all’abuso di alcol. Il mezzo bicchiere di vino rosso bevuto durante i pasti non va eliminato, anzi. L’attività antiossidante del resveratrolo, contenuto in esso, contrasta l’attività dei radicali liberi.

Argomenti correlati