Nail art: bellezza e seduzione, con un pizzico di attenzione.

Nail art: bellezza e seduzione, con un pizzico di attenzione.

Nail art: due parole capaci di stuzzicare la fantasia, la femminilità e la sensualità di ogni donna. L’arte di decorare le unghie con smalti, gel e brillantini è una pratica molto diffusa e richiesta, ma ci sono dei rischi per le unghie e per la pelle?

Alcuni rischi ci sono, primo fra tutti quello relativo ai componenti chimici usati per la creazione delle unghie artificiali e contenuti nei diversi prodotti utilizzati per la decorazione. Un secondo rischio da considerare è il livello di conoscenza del sistema pelle della persona che effettua il trattamento.
Per diminuire tali rischi è consigliabile accertarsi che vengano utilizzati prodotti di qualità e di origine controllata, evitando l’utilizzo di prodotti di derivazione orientale. Inoltre, è preferibile scegliere un centro estetico professionale, piuttosto che l’amica che effettua il trattamento in casa grazie ai numerosi kit in commercio.

Nello specifico, gli approcci utilizzati nell’ambito della nail art sono diversi (dall’acrilico al fiberglass) ma quello più sviluppato, proprio per la sua semplicità è la ricostruzione in gel, composto da resine acriliche, fluidi stabilizzanti e sostanze adesive. La tecnica prevede l’applicazione di un gel che va poi catalizzato qualche minuto tenendo esposte le unghie in una lampada UV.

Vediamo più da vicino quali possono essere i rischi per la salute:

  • sviluppo di dermatiti da contatto, sia sulle unghie, sia sulle mani, sul viso (compresi gli occhi), nella zona del collo (soprattutto nel caso di dermatite occupazionale);
  • danni ai vasi sanguigni dovuti all’esposizione ai raggi UV. Le unghie subiscono un forte calore improvviso che può danneggiare i capillari posti sotto le unghie (da cui esse traggono ossigeno e nutrimento). Inoltre vi sono alcuni casi di insorgenza di cancro associato all’esposizione UV per questa pratica. In questo caso però non ci si dovrebbe allarmare, vista la bassissima casistica riportata e la bassa energia UV delle lampade normalmente utilizzate (ben al di sotto della soglia considerata pericolosa). Va considerato comunque che l’esposizione associata di UV e agenti chimici può incrementare i rischi, sia per il professionista, sia per il consumatore.

Per concludere, dunque, vi consigliamo di prestare maggiore attenzione a prima di sottoporvi a trattamenti di ricostruzione delle unghie, senza però rinunciare alla nail art come strumento di bellezza e seduzione. È fondamentale che le vostre unghie siano sempre curate e in salute. Bastano pochi gesti per mantenerle belle, come ad esempio una corretta alimentazione, mirata a rinforzare la cheratina di cui sono fatte le unghie (oltre che i capelli). Ecco perché, è preferibile consumare:

  • i cereali, ricchi silicio per la robustezza delle unghie;
  • aglio e cipolle, composti da zolfo, che le fortifica;
  • latticini, legumi, uova, pesce, riso e pasta integrali che contengono minerali molto importanti per la produzione di cheratina;
  • frutta e verdura, ricche di vitamine che sono elementi essenziale per il benessere delle unghie e dell’intero corpo umano.

Argomenti correlati