La maledizione del brufolo

La maledizione del brufolo

É mattina. Non una mattina qualunque, ma quella del giorno dell’appuntamento con il tuo lui.

Ti alzi in preda all’euforia del primo amore, saltelli come Biancaneve fino al bagno e guardi la tua immagine riflessa sullo specchio…
Tra-ge-dia! Un brufolo è cresciuto durante la notte, proprio sulla guancia: unico punto in cui neanche la tua ciocca di capelli lasciata cadere come per caso può fare molto.

Regola n. 1: non farsi prendere dal panico.
Regola n. 2: non tentare di nascondere l’evidenza. Usare cipria e fondotinta come se fossero tinte di colore sui muri non è la soluzione, anzi: si rischia di fare infezione, rendendo ancora più visibile il brufolo maledetto.
Cosa fare, allora? Beh un’idea potrebbe essere quella prendere tutto con ironia, specie con lui. Rompere il ghiaccio con un brufolo non è il massimo per il primo appuntamento, ma almeno di sicuro eviterete imbarazzanti silenzi.

Ma questo brufolo, come ci è arrivato sulla tua guancia?
Il brufolo è il risultato di un’infiammazione, in cui la presenza di sebo in quantità considerevoli favorisce la proliferazione dei microrganismi. Diverso, invece, è il discorso dell’acne, che è un disturbo che colpisce la cute prevalentemente in età adolescenziale, ma che può comparire anche dopo i 30 anni.

Il disturbo può scomparire da solo, ma se non viene curato adeguatamente rischia di trasformarsi in malattia, e per questo è necessario sempre l’intervento del dermatologo.
Le cause dei brufoli e dell’acne non sono sempre facili da individuare: fattori genetici, ormonali e, molto spesso, fattori comportamenti sbagliati possono esserne la causa.

Prevenire è meglio che curare, dunque è fondamentale usare prodotti cosmetici dermatologicamente testati, con caratteristiche lenitive, normalizzanti e purificanti.

Inoltre è importante svolgere una corretta e delicata azione detergente, evitando di toccare la pelle del viso in continuazione ed esponendosi al sole con intelligenza.

Infine, non bisogna dimenticare di nutrire la pelle seguendo una dieta varia, che contenga tanta frutta e verdura, riducendo al minimo i cibi grassi (come le fritture) ed evitando di fumare.

La prevenzione è sempre un’arma molto efficace, soprattutto se in futuro ci saranno altri appuntamenti con lui!

Argomenti correlati