INCI: sai cosa spalmi sulla tua pelle?

INCI: sai cosa spalmi sulla tua pelle?

Volete sapere cosa contiene la vostra crema per il viso?

Volete conoscere gli ingredienti del vostro detergente intimo?

Volete scoprire se il fondotinta contiene componenti che fanno male alla vostra pelle?

Per rispondere a queste domande bisogna riconoscere l’INCI e saperlo leggere correttamente.

Siete pronti a scoprire tutto, ma proprio tutto, dei prodotti per l’igiene e dei cosmetici?

Cos’è l’INCI

L’INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) è la nomenclatura utilizzata a livello internazionale per identificare gli ingredienti presenti in un prodotto cosmetico. Si tratta di uno strumento fondamentale, soprattutto in caso di soggetti che hanno reazioni allergiche conseguenti all’uso di cosmetici. In questi casi, l’INCI aiuta e risalire agli ingredienti responsabili della reazione allergica, evitando il ripetersi di inconvenienti analoghi in futuro.
Gli ingredienti presenti nel prodotto sono elencati uno dopo l’altro in ordine decrescente di quantità: questo significa che ciò che si trova ai primi posti è presente in percentuale maggiore rispetto a ciò che si trova negli ultimi posti. Gli ingredienti sono denominati in maniera diversa, a seconda di come vengono utilizzati per la preparazione del prodotto.

Riconoscere gli ingredienti naturali

Quando le sostanze elencate in etichetta mantengono il loro nome latino, significa che esse sono state inserite nella formulazione del prodotto tali e quali, senza subire modificazioni chimiche. E’ il caso di tutti gli ingredienti naturali che sono stati impiegati per la produzione del cosmetico, come ad esempio gli oli vegetali, che sono sempre utilizzati puri. I nomi latini, dunque, si riferiscono a ingredienti botanici o a quelli presenti nella farmacopea (codice farmaceutico usato dai farmacisti per controllare i componenti dei prodotti farmaceutici). Un esempio può essere quello dell’Olio di Jojoba che viene indicato come Simmondsia chinensis oil.

Riconoscere gli ingredienti chimici

Tutti gli ingredienti frutto di sintesi chimica vengono denominati in lingua inglese o come codici numerici. Questi ultimi identificano i coloranti artificiali utilizzati all’interno del prodotto e seguono una lista internazionale detta Color Index. Il codice si riconosce per la presenza della sigla “CI” seguita da una serie numerica composta da cinque cifre.

Identificare gli ingredienti dannosi per la pelle

Solitamente nei cosmetici il primo ingrediente in etichetta è sempre l’acqua, indicata come aqua. Troviamo poi nell’ordine i tensioattivi, gli emollienti, i principi attivi naturali e i conservanti.
Ciò a cui occorre fare attenzione è la presenza nell’INCI di attivi poco rispettosi dell’ambiente e della pelle. Facciamo alcuni esempi:

  • tensioattivi derivati dalla raffinazione del petrolio: Sodium laureth sulfate, Sodium lauryl sulfate, Ammoniun lauryl sulfate;
  • ingredienti altamente allergizzanti (o quelli che potenzialemente possono cedere formaldeide), utilizzati come conservanti: parabeni, Methylisothiazolinone e Methylchloroisothiazolinone.

Anche se il discorso può essere approfondito di più, già da questa breve introduzione si capisce quanto sia importante controllare sempre l’elenco INCI al momento dell’acquisto. Soprattutto se si soffre di allergie a elementi comunemente contenuti nei prodotti cosmetici. In caso di reazioni allergiche, consigliamo sempre di consultare immediatamente un dermatologo, magari portando con sé i prodotti utilizzati.

Quando mangiate una pietanza, volete sapere cosa state per addentare e con che alimenti è preparata, giusto? Fate lo stesso per i prodotti cosmetici: leggete l’INCI e scoprite cosa “mangerà” la vostra pelle. Il vostro corpo e l’ambiente, vi ringrazieranno.

Argomenti correlati