Come leggere l’Inci

Breve guida su come leggere l’Inci.

Cos’è l’Inci?

Conoscere le qualità di un cosmetico è importante, ma lo è altrettanto comprendere bene come leggere l’Inci (International Nomenclature of Cosmetics Ingredients).

Questa etichetta presenta infatti gli ingredienti che compongono il prodotto cosmetico, ma secondo determinati schemi che è bene sapere per poter acquistare il cosmetico più indicato per la propria pelle.

Come leggere l’etichetta Inci?

Prima di tutto, è necessario fare attenzione all’ordine di presentazione degli ingredienti sull’etichetta: si va, infatti, da quello con la più alta concentrazione a quello con la più bassa, in modo decrescente, permettendo così di comprendere quali sono le sostanze maggiormente utilizzate al suo interno.

Come leggere Inci prodotto cosmetico

Guardare al nome stesso degli ingredienti è importante, anche se non si conoscono con precisione le proprietà di ognuno.

Nomi ingredienti in latino su etichetta Inci

Quando vengono riportati dei nomi in latino, per esempio, significa che gli elementi sono stati inseriti nella loro versione naturale, senza aver effettuato dei trattamenti chimici in precedenza, e possono fare riferimento a ingredienti botanici o comunque presenti nella tradizione farmaceutica.

In tutti gli altri ingredienti, invece, che presentano una denominazione inglese o numerica, si può identificare un prodotto frutto di sintesi chimica o nei quali è presente una percentuale di coloranti artificiali (di solito identificati dalla sigla Cl seguita da un codice).

> INCI: Sai cosa spalmi sulla tua pelle?

Inoltre, solitamente, i coloranti artificiali sono indicati verso la fine dell’etichetta, perché non sono quasi mai presenti in grandi quantità.

Capire bene come leggere l’Inci è quindi fondamentale per comprendere se ci si trova di fronte ad un prodotto “bio” e in quale misura.

Ci sono anche alcune particolarità che saltano immediatamente all’occhio mentre si imparano i trucchi su come leggere l’Inci e che possono tornare poi utili per affrontare con più consapevolezza l’etichetta. Per esempio, è utile ricordare che per shampoo, bagnoschiuma, saponi e detergenti il primo elemento riportato è sempre l’acqua, mentre per i prodotti di igiene per il corpo solitamente sono più numerosi gli ingredienti derivati da estratti naturali. Questi ultimi possono essere seguiti o preceduti da un asterisco, che indica la loro provenienza da agricoltura biologica. Nel caso di profumi naturali, le profumazioni sintetiche, descritte in etichetta con la semplice sigla “parfum”, saranno invece sostituite ad esempio dalla dicitura “oli essenziali” (“essential oil”).

Se questi consigli su come leggere l’Inci di un prodotto cosmetico ti sono stati utili, condividilo sui social network!

Argomenti correlati